Cannella: ecco i benefici di questa spezia

Cannella: ecco i benefici di questa spezia
Tempo di lettura: 2 minuti

La cannella non è solo un ottimo insaporitore di alimenti, ma ha importanti benefici per la salute, come dimostrato da molte ricerche.

Tiene a bada il colesterolo e il glucosio

È stato condotto uno studio a Londra su un campione di 58 diabetici di tipo 2 con emoglobina A1c (HbA1c) a livelli di oltre il 7 per cento. L’emoglobina A1c è un indicatore a lungo termine del controllo glicemico nei pazienti diabetici.

Lo studio

Dopo aver somministrato per la durata di 12 settimane 2 g di cannella al giorno, i soggetti dello studio avevano livelli significativamente più bassi di HbA1c e di pressione arteriosa sistolica.

Inoltre, facendo lo stesso con persone che soffrivano di colesterolo alto, si è ottenuta una riduzione tra il sette e il ventisette per cento.

La conclusione

È stato quindi dimostrato che 2 g di cannella al giorno per 12 settimane riduce in modo significativo i livelli di zucchero nel sangue, i trigliceridi, il colesterolo LDL (il cosiddetto cattivo), i livelli di colesterolo totale nei soggetti con diabete di tipo 2 e la pressione arteriosa.

Per approfondire la differenza tra colesterolo buono e cattivo leggi qui.

 Alleata contro l’obesità

La cannella agisce direttamente sulle cellule adipose stimolandole a bruciare energia.

Questo è ciò che è emerso secondo una nuova ricerca dell’Università del Michigan guidata da Jun Wu e pubblicato sulla rivista Metabolism.

Gli studi precedenti

Gli scienziati avevano precedentemente osservato che l’aldeide cinnamica (cinnamaldehyde), un olio essenziale che conferisce alla cannella il suo sapore, proteggeva i topi dall’obesità e dall’iperglicemia. I meccanismi alla base dell’effetto non erano però ancora ben compresi.

Il nuovo studio

Sono stati condotti esperimenti su cellule adipose umane di volontari di più fasce di età, etnia e con diversi indici di massa corporea. Nelle cellule trattate con l’olio essenziale di cannella i ricercatori hanno rilevato un’espressione maggiore di geni ed enzimi che migliorano il metabolismo dei lipidi ed è stato osservato anche un incremento di due importanti proteine che regolano il metabolismo coinvolte nella termogenesi (Ucp1 e Fgf21).

Le considerazioni

Wu e i suoi colleghi hanno indicato che l’aldeide cinnamica migliora la salute metabolica agendo direttamente sulle cellule adipose inducendole a bruciare energia attraverso un processo chiamato termogenesi.

Nel futuro

Wu conclude afferma che sono necessari ulteriori studi per determinare il modo migliore per sfruttare i benefici metabolici dell’olio della cannella senza causare effetti collaterali avversi.

Spezia antiage

«La cannella è anche un ottimo antiage: combatte l’invecchiamento in generale e contrasta la formazione delle rughe» spiega il nutrizionista Roberto Cannataro.

«Questo perché è ricchissima di antiossidanti (come cinamminaldeide, eugenolo, acido cinamminico e almeno altri quattro differenti composti) che inattivano i radicali liberi e stimolano il nostro sistema immunitario».

 Fonte:

http://ns.umich.edu/new/releases/25273-cinnamon-turns-up-the-heat-on-fat-cells