4 noci al giorno per combattere il colesterolo alto

0
1629
Le noci: importanti alleate per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari

La frutta secca, che molti evitano per il timore che faccia ingrassare è invece un grande alleato della nostra salute. Le noci in particolare non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole.

Non si tratta di una nuova scoperta perché da tempo compaiono nella lista degli alimenti consigliati dai nutrizionisti per una dieta sana ed equilibrata, ma c’è di più.

Un recente studio dell’Hospital Clinic di Barcellona (Spagna) condotto in collaborazione con la Loma Linda University della California (USA) ha rivelato che le noci contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo, soprattutto nella popolazione anziana, migliorano la qualità della flora batterica e consentono un miglior benessere intestinale grazie alla presenza di fibre

 Inoltre, come confermerebbe anche uno studio americano della University of Illinois, oltre  ad aiutare a contrastare le malattie cardiovascolari non costituiscono una minaccia per la linea.

Sembrerebbe infatti che le noci aiutino a controllare il peso, grazie alla loro capacità di dare un maggior senso di sazietà e di stimolare il metabolismo, come confermato da un ulteriore studio condotto presso la Georgia University (U.S.A.)  

La quantità giusta

Le noci devono essere considerate parte integrante dell’alimentazione e non qualcosa in più da sgranocchiare dopo i pasti.  Per ridurre i livelli di “colesterolo cattivo” (LdL) e non compromettere la linea bisognerebbe consumare ogni giorno circa 20-circa 30 grammi di frutti sgusciati, che corrispondono a 4 o 5 noci, pari al 15% dell’apporto calorico quotidiano in una dieta di 2 mila calorie.

Come inserirle nella nostra alimentazione

Possono essere consumate a colazione, ad esempio tritate nello yogurt o aggiunte ai cereali. Una manciatina di noci può diventare una merenda veloce a metà mattina o un delizioso spuntino, e perché no un aperitivo alternativo in sostituzione di patatine o tartine ricche di grassi, conservanti e calorie.

 A pranzo o a cena possono arricchire le nostre insalate, le verdure cotte saltate in padella, ma anche i primi piatti o dare un tocco in più ad un arrosto.

 Meglio evitare di acquistarle sotto forma di snack salati o zuccherati e preferire i frutti interi da sgusciare, o già sgusciate al supermercato.

Fonti:

https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/cardiologia/le-noci-fanno-bene-al-cuore-senza-perdere-di-vista-le-calorie