Abbassare il colesterolo con la Vitamina C e E

Abbassare il colesterolo con la Vitamina C e E
Tempo di lettura: 2 minuti

Il colesterolo cattivo ossidato è responsabile di malattie come infarto e ictus. Ecco come la vitamina C e la E, antiossidanti, possono aiutare.

Il colesterolo LDL ossidato, responsabile di malattie cardiovascolari  

Il colesterolo cattivo (o LDL) diventa una vera e propria minaccia quanto è ossidato dai radicali liberi.

Le lipoproteine ossidate infatti svolgono un ruolo principale nell’insorgenza e nella progressione dell’aterosclerosi, che è responsabile di malattie cardiovascolari come l’infarto e ictus.

Ecco perché il consumo di antiossidanti può aiutare contro il colesterolo 

Parliamo quindi di due antiossidanti: la vitamina C e la vitamina E. Vediamoli nel dettaglio.

Vitamina C e ossidazione del colesterolo 

Secondo una metanalisi condotta negli Stati Uniti, intitolata “Vitamin C supplementation lowers serum low-density lipoprotein cholesterol and triglycerides: a meta-analysis of 13 randomized controlled trials” e pubblicata sul Journal of Chiropratic Medicin, la vitamina C può essere utile per contrastare l’innalzamento dei valori di colesterolo LDL e dei livelli di trigliceridi.

Dai risultati è infatti emerso che l’integrazione con almeno 500 mg  al giorno di vitamina C, per un minimo di 4 settimane, può comportare una significativa riduzione delle concentrazioni di colesterolo LDL e trigliceridi nel sangue. È stato inoltre trovato un minimo aumento di colesterolo buono (HDL), seppur non significativo.

Dove si trova la vitamina C?

La vitamina C è presente negli ortaggi e nella frutta. Ricordiamo:

  • agrumi,
  • kiwi,
  • fragole,
  • ribes nero,
  • broccoli,
  • spinaci,
  • cavoli,
  • pomodori,
  • patate.

Vitamina E e ossidazione del colesterolo 

Anche la vitamina E è stata riconosciuta utile contro l’ossidazione del colesterolo cattivo. Sono tuttavia necessari studi con campioni umani più ampi.

Dove si trova la vitamina E?

Tra gli alimenti che contengono la  vitamina E ricordiamo:

  • oli vegetali (di arachide, di semi di girasole, di germe di grano, di oliva),
  • grano intero,
  • alcuni tipi di frutta secca  come mandorle, noci e nocciole.
Fonti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19674720

https://www.viversano.net/salute/corpo-umano/colesterolo-ldl/