Colesterolo: attenzione alle feste natalizie

0
512
alimentazione-colesterolo

Durante i pranzi e le cene natalizie si consumano alimenti ricchi di grassi saturi e il colesterolo aumenta. Come proteggere il nostro benessere senza rinunciare ai piatti della tradizione?

Durante le feste natalizie, fra pranzi, cene, aperitivi e brindisi, si assumono più grassi saturi e il livello di colesterolo LDL aumenta.
Infatti, i piatti tipici della nostra tradizione, come lasagne, tortellini, cotechini e panettoni, sono un attentato alla nostra salute, soprattutto se si soffre già di colesterolo o trigliceridi alti.

Naturalmente durante questo periodo dell’anno è possibile fare uno strappo alla regola e far posto, nelle giuste porzioni, ai succulenti manicaretti che la nostra tradizione ci offre.
Tuttavia, onde evitare di mettere troppo a rischio il proprio benessere, è bene prestare attenzione a non esagerare e seguire alcuni semplici regole.

Dieci consigli per i pasti natalizi

1. La prima regola d’oro per non rinunciare al gusto è quella di limitare le porzioni: mangiare tutto (o quasi), ma in piccole quantità.
2. Limitare l’utilizzo di sale: per insaporire i vostri piatti optate per spezie ed erbe aromatiche.
3. Sostituire ai formaggi stagionati della ricotta o della mozzarella vaccina, che contengono meno grassi e meno calorie.
4. Evitare i salumi, o perlomeno il salame: prosciutto e speck contengono il 10% di grassi in meno.
5. Prediligere le cotture al forno, alla griglia e al vapore, ed evitare assolutamente le fritture.
6. Cotechino e zampone: se non si vuole rompere la tradizione, limitarne il consumo ad una piccola fetta e aumentare la porzione di lenticchie.
7. Consumare una manciata di frutta secca: infatti, sebbene noci, nocciole e mandorle siano alimenti ricchi di acidi grassi, in grado di abbassare i trigliceridi, sono anche iperclaorici.
8. Per quanto riguarda i dolci, scegliere una fettina di panettone classico invece che farcito e, se possibile, evitare completamente il torrone.
9. Limitare l’assunzione di bevande alcoliche e, per contro, consumare molta acqua.
10. Abbandonare la pigrizia e svolgere un minimo di attività fisica. Utilizzare ad esempio le scale invece dell’ascensore.