fbpx

Come abbassare il colesterolo con il limone

Come abbassare il colesterolo con il limone
Tempo di lettura: 2 minuti

Alcuni studi indicano che i limoni aiutano ad abbassare il colesterolo cattivo. Vediamo nel dettaglio i suoi componenti e una ricetta semplice e veloce da preparare con tale agrume.

Il limone per abbassare il colesterolo cattivo, i benefici 

Spiega la nutrizionista Lucilla Titta: “I limoni prevengono le incrostazioni lungo i vasi del sistema circolatorio, inibendo l’ossidazione delle lipoproteine che trasportano il colesterolo e frenando l’aggregazione delle piastrine”.

È un frutto conosciuto per il suo contenuto di:

  • vitamina C, che aiuta a ridurre il livello di colesterolo cattivo nel sangue;
  • flavonoidi, in particolar modo l’eritrocina che sembra aiuti a ridurre il colesterolo cattivo, quello totale ed i valori dei trigliceridi;
  • fibre solubili, in particolar modo le pectine che, se assunte quotidianamente per 16 settimane riducono dell’11% i livelli di colesterolo LDL.

Vediamoli nel dettaglio.

Benefici della vitamina C

Secondo il Sistema Sanitario dell’Università del Michigan, un’elevata assunzione di vitamina C non solo può aiutare a prevenire il colesterolo cattivo (LDL) e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, ma potrebbe anche abbassare i livelli totali di colesterolo.

Ricco di flavonoidi

Il succo e la polpa non sono le uniche parti di un limone che possono abbassare il colesterolo. Uno studio pubblicato nel 2002 sullo “European Journal of Nutrition” ha dimostrato che le bucce di limone sono efficaci nell’abbassare il livello di colesterolo nel sangue e nel fegato di criceti con colesterolo alto nel sangue. Ciò potrebbe essere dovuto ai flavonoidi trovati nelle bucce di limoni e altri agrumi come arance e mandarini.

Gli agrumi sono particolarmente ricchi di flavonoidi noti come flavoni polimetossilati, antiossidanti che hanno un forte effetto sui livelli di colesterolo e che si verificano solo in alte concentrazioni nella buccia. Sono tuttavia necessari studi con gli umani per vedere se l’effetto è lo stesso dei soggetti animali.

Fonte di fibra solubile

Il National Institutes of Health raccomanda che le persone con colesterolo cattivo alto mirano a consumare ogni giorno da 10 a 25 grammi di fibra solubile come metodo efficace per abbassare il colesterolo totale. La fibra solubile assorbe l’acqua nel tratto digestivo e forma una massa viscosa. Gli acidi biliari, che contengono il colesterolo come componente, possono essere catturati in questa massa ed eliminati dal corpo anziché essere riassorbiti, abbassando il livello di colesterolo nel sangue. I limoni sono una buona fonte di fibra solubile, ogni frutto infatti fornisce 1,6 grammi di fibra totale, di cui 1 grammo è solubile.

Vuoi una ricetta con il limone gustosa e salutare?

Leggi qui la ricetta del Riso al limone e dato vegetale a cura della Dott.ssa Renata Bracale, Biologa Nutrizionista. 

Fonte:

https://www.livestrong.com/article/249991-how-does-lemon-lower-cholesterol/