Dieta ad alto contenuto proteico e salute del cuore: ecco la relazione

Dieta ad alto contenuto proteico e salute del cuore: ecco la relazione
Tempo di lettura: 3 minuti

Diete ad alto contenuto proteico, come la dieta Atkins, stanno diventando sempre più popolari, tuttavia possono aumentare il rischio di insufficienza cardiaca negli uomini di mezza età.

Questo è ciò che suggerisce un nuovo studio della Finlandia pubblicato sulla rivista Circulation: Heart Failure.

Uomini e proteine, lo studio 

I ricercatori dello studio hanno analizzato le informazioni di oltre 2.400 uomini di età compresa tra 42 e 60 anni, che hanno tenuto traccia del cibo che hanno mangiato per quattro giorni. (Gli uomini nello studio non hanno detto di seguire alcuna dieta particolare.) In seguito gli uomini sono stati divisi in quattro gruppi in base a quante proteine hanno mangiato, con il gruppo più basso che consuma circa 78 grammi al giorno in media, e il più alto che consuma 109 grammi al giorno. I partecipanti sono stati quindi monitorati per 22 anni, durante i quali circa 330 sono stati diagnosticati con insufficienza cardiaca.

Chi ha più probabilità di avere un’insufficienza cardiaca? I risultati 

I ricercatori hanno scoperto che gli uomini del gruppo che hanno mangiato più proteine ​​avevano il 33% in più di probabilità di diagnosticare un’insufficienza cardiaca durante il periodo di follow-up, rispetto a quelli del gruppo che mangiava meno proteine.

I risultati erano veri per la maggior parte delle fonti di proteine, nello specifico:

  • Coloro che mangiavano la maggior parte delle proteine ​​animali avevano il 43% in più di probabilità di diagnosticare insufficienza cardiaca.
  • Coloro che mangiavano la maggior parte delle proteine ​​del latte avevano il 49% più probabilità in più.
  • Le proteine ​​vegetali apparivano meno rischiose: mangiare quantità elevate di proteine ​​vegetali era infatti legato ad un aumento del 17% nel rischio di insufficienza cardiaca, rispetto al consumo di basse quantità.

Le considerazioni

Lo studio è uno dei primi a esaminare il legame tra diete ad alto contenuto proteico e insufficienza cardiaca, una condizione in cui il muscolo cardiaco non riesce a pompare sangue a sufficienza per soddisfare le normali richieste del corpo.

“Come molte persone sembrano dare per scontati i benefici per la salute delle diete proteiche, è importante chiarire i possibili rischi e benefici di queste diete, ha scritto l’autore senior Jyrki Virtanen, professore a contratto di epidemiologia nutrizionale presso l’Università di Finlandia orientale.

Nel futuro

I ricercatori hanno tuttavia sottolineato che sono necessari ulteriori studi in diverse popolazioni per confermare i risultati.

Le proteine ​​e la salute del cuore

Il nuovo studio di per sé non è sufficiente per eliminare le diete ad alto contenuto proteico negli uomini, ha detto il dott. Andrew Freeman, direttore del programma di prevenzione e benessere cardiovascolare presso l’ospedale nazionale di salute ebraica di Denver, che non è stato coinvolto nella nuova ricerca.

Tuttavia i risultati si aggiungono a un crescente corpo di letteratura che suggerisce che le diete ad alto contenuto proteico possono essere dannose per la salute del cuore. Ad esempio, le diete ad alto contenuto di grassi saturi, che si trovano principalmente nella carne e nei latticini, sono state associate a un aumentato rischio di infarto e ictus.

Il governo degli Stati Uniti raccomanda che le persone consumino circa 0,8 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo, il che si tradurrebbe in circa 56 grammi al giorno per un uomo sedentario di 70 kg e 46 grammi al giorno per una donna sedentaria di poco meno di 60 kg. Tuttavia la quantità esatta di proteine di cui una persona ha bisogno varia a seconda di una serie di fattori, tra cui il livello di attività, l’età e lo stato di salute attuale, secondo Healthline

Le conclusioni ed i consigli alimentari

Il dottor Larry Allen, direttore del programma di scompenso cardiaco presso UCHealth ad Aurora, in Colorado, afferma che il nuovo studio non può dimostrare che le diete ad alto contenuto proteico causino effettivamente insufficienza cardiaca, infatti potrebbero esserci altri fattori responsabili. Ad esempio non è chiaro se sia la proteina stessa, o altre cose associate ad una dieta ricca di proteine come la mancanza di alcuni nutrienti, ad influenzare la salute del cuore.

In generale i risultati supportano l’idea che una dieta ben bilanciata, ricca di verdure e cereali integrali, “tende ad essere associata a migliori risultati” per la salute del cuore rispetto a una dieta squilibrata, come quella ricca di proteine, conclude Allen.

L’American Heart Association raccomanda una dieta che comprende una varietà di:

  • frutta e verdura,
  • cereali integrali,
  • latticini a basso contenuto di grassi,
  • pollame,
  • pesce,
  • fagioli,
  • noci.

Sono inoltre da limitare dolci, bevande zuccherate e carni rossei.

Fonti:
http://circheartfailure.ahajournals.org/content/11/6/e004531
https://newsroom.heart.org/news/high-protein-diet-associated-with-small-increased-heart-failure-risk-in-middle-aged-men
https://www.healthline.com/nutrition/how-much-protein-per-day