Fave, asparagi e zenzero: toccasana per abbassare il colesterolo

Fave, asparagi e zenzero: toccasana per abbassare il colesterolo
Tempo di lettura: 2 minuti

Vediamo i benefici di fave, asparagi e zenzero contro il colesterolo cattivo e una ricetta semplice e gustosa da preparare.

Fave, legumi ricchi di elementi nutritivi per combattere il colesterolo 

Le fave sono legumi ricchi di ferro e fonte di vitamina B1, utile per il corretto funzionamento del sistema nervoso, e acido folico, che aiutano a garantire al corpo l’energia necessaria.

Tra i suoi benefici ricordiamo quello di abbassare il colesterolo grazie alla sua presenza di fibre. Di conseguenza aiutano a diminuire il rischio legato a patologie cardiovascolari come infarti e ictus. Le fibre inoltre aiutano a stabilizzare i livelli di glicemia.

Le fave inoltre sono utili contro il Parkinson, come dimostrato da un recente studio scientifico e favoriscono la diuresi.

Asparagi, preziosi per la regolazione sanguigna 

Noti per la loro ricchezza di tutti quei nutrienti benefici per il nostro organismo, sono anche un’ottima fonte di vitamine e sali minerali.

Tali proprietà nutritive hanno funzioni di regolatori del metabolismo, pressione e colesterolo.

Gli asparagi hanno un elevato contenuto di potassio, sale minerale prezioso per la regolazione della pressione sanguigna. A confermarlo uno studio pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry, che ha dimostrato che negli asparagi è presente una sostanza che inibisce l’ormone che stimola la pressione arteriosa, impedendo l’ipertensione.

I benefici dello zenzero

Contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, diversi sali minerali tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco, vitamine del gruppo B, vitamina E e olio essenziale. Gode di tantissime proprietà curative, tra cui ridurre il colesterolo cattivo e prevenire le malattie cardiovascolari, come dimostrato da numerosi studi scientifici.

Tra questi, la US National Library of Medicine ha pubblicato uno studio che dimostra come con solo due grammi di polvere di zenzero si possa abbassare il livello di zucchero nel sangue. I partecipanti allo studio, dopo solo tre mesi, hanno avuto una riduzione del 10% di zucchero nel sangue (uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiache) mentre, un altro studio, ha mostrato che solo con 3 grammi di zenzero in polvere, consumati per 45 giorni quotidianamente, è possibile ridurre notevolmente i livelli di colesterolo.

Tra gli altri benefici dello zenzero inoltre ricordiamo che migliora le funzioni cerebrali. allevia i problemi digestivi, controlla la nausea e allevia il dolore.

Per approfondimenti » https://panciaesalute.it/rimedi-e-natura/zenzero-panacea-tutti-mali/

Vuoi una ricetta con fave, asparagi e zenzero  per essere in salute con più gusto?

Leggi qui la ricetta  Millefoglie di pane carasau con ragù di fave e asparagi a cura del Dietista Dottor Luca Borelli.