“Il paradosso dell’obesità” sfatato

“Il paradosso dell’obesità” sfatato
Tempo di lettura: 2 minuti

Le persone obese o in sovrappeso hanno una vita più breve e una percentuale maggiore di soffrire di malattie cardiovascolari.

Ecco ciò che è emerso da un nuovo studio pubblicato sulla rivista JAMA Cardiology.

Il nuovo studio mostra una longevità simile tra il peso normale e le persone in sovrappeso, ma un rischio maggiore per coloro che sono obese di sviluppare malattie cardiovascolari durante la loro vita.

Si tratta del primo studio che fornisce una prospettiva di vita sui rischi di sviluppare malattie cardiovascolari e di morire dopo una diagnosi di tale malattia per individui normopeso, sovrappeso e obesi.

Le considerazioni

Il paradosso dell’obesità ha causato molta confusione e potenziali danni perché sappiamo che ci sono rischi cardiovascolari e non cardiovascolari associati a tale disturbo“, ha detto il dott. Sadiya Khan, assistente professore di medicina alla Northwestern University Feinberg School of Medicine e Northwestern Medicine cardiologo.

E continua: “Sono molti i pazienti che mi chiedono: «Perché devo perdere peso, se la ricerca dice che vivrò più a lungo?». Rispondo che perdere peso non riduce solo il rischio di sviluppare malattie cardiache, ma anche altre malattie come il cancro. I nostri dati mostrano che si vive più a lungo e in buona salute con un peso normale“.

Lo studio

Lo studio ha esaminato i dati a livello individuale di 190.672 esami. I ricercatori hanno valutato le malattie cardiovascolari in generale e per tipo, tra cui malattia coronarica, ictus, insufficienza cardiaca e morte cardiovascolare e non.

L’obesità

È definita come un indice di massa corporea (BMI) da 30 a 39,9. Essere sovrappeso è invece compreso tra 25 e 29,9. (Per BMI si intende il peso di una persona diviso per la sua altezza). Ecco i risultati dello studio:

  • La probabilità di avere un ictus, infarto, insufficienza cardiaca o morte cardiovascolare negli uomini di mezza età in sovrappeso tra i 40 ed i 59 anni era del 21% superiore rispetto agli uomini con peso normale. Le probabilità erano superiori del 32% nelle donne in sovrappeso rispetto alle donne con peso normale.
  • La probabilità negli uomini obesi di mezza età tra i 40 e i 59 anni era del 67% più alta rispetto agli uomini con peso normale. Le probabilità erano più alte dell’85% nelle donne obese rispetto alle donne con peso normale.
  • Gli uomini di mezza età di peso normale hanno vissuto 1,9 anni in più rispetto agli uomini obesi e sei anni in più rispetto agli obesi patologicamente. Gli uomini di peso normale avevano una longevità simile agli uomini in sovrappeso.
  • Le donne di mezza età con peso normale hanno vissuto 1,4 anni in più rispetto alle donne in sovrappeso, 3,4 anni in più rispetto alle donne obese e 6 anni in più rispetto alle donne patologicamente obese.

Le conclusioni

È importante tenere sotto controllo il proprio peso corporeo, questo perché porta ad avere una vita qualitativamente migliore, come anche conclude Khan.

 Fonte:

Northwestern University