L’importanza di depurare il fegato

L’importanza di depurare il fegato

Il fegato è l’organo deputato ad elaborare quello che introduciamo con la dieta ( grassi, zuccheri e proteine) e rappresenta la centralina del nostro metabolismo.

Nel fegato vengono metabolizzati gli zuccheri (glicogeno), viene prodotto colesterolo e trigliceridi, è coinvolto nella regolazione glicemica, detossifica il sangue, produce ormoni,demolisce e cattura le sostanze tossiche e quindi è l’organo centrale per attivare i processi di detossificazione e drenaggio.

Anche nella Medicina Tradizionale Cinese (MTC) il fegato è lo “scudo” che ci difende e ci depura e le sue principali funzioni sono:

• rendere scorrevole il flusso del qi (energia), del sangue e dei liquidi,

• funzionare da magazzino del sangue,

• sostenere la milza e lo stomaco nei processi digestivi,

• regolare il tono dell’umore

I sintomi

Un fegato rallentato nella sua funzione e intossicato darà come sintomi:

  • stanchezza, 
  • disturbi digestivi, 
  • sensazione di gonfiore 
  • edemi, 
  • talvolta prurito diffuso,
  • insonnia, 
  • inappetenza al risveglio mattutino, 
  • occhi gonfi 
  • irritabilità.

Come depurare il fegato

Il metodo più semplice e pratico è farsi una tisana digestiva e purificante 

Per 100 g di miscela:

• Salvia essiccata in foglie 30 g

• Scorza di limone bio 30 g

• Anice semi 30 g

• Liquirizia in polvere 10 g


Per la preparazione mettere le erbe e la scorza del limone nell’acqua a freddo, circa 1 cucchiaio di miscela per tazza e far bollire. Lasciare le erbe in infusione almeno 10 minuti. Filtrare e bere calda.

Questa miscela di erbe ha funzione digestiva, tonifica la milza e lo stomaco sostenendoli nel loro lavoro, purifica il calore interno, tonifica il fegato, è diuretica e lievemente lassativa.

Ideale da bere calda alla fine del pasto o la sera per favorire il lavoro di purificazione del fegato che lavora appunto la notte mentre noi dormiamo.

La sera è un momento di raccoglimento che ci prepara alla notte, periodo in cui il corpo va nell ’immobilità fisica del sonno in cui si svolgono i processi di purificazione sia fisica che psichica, dagli accumuli della giornata. 

Di notte l’energia si porta all’interno per andare a disintossicare tutti gli organi ed il fegato, che svolge la sua massima funzione proprio di notte, non deve essere affaticato nella digestione della cena poiché altrimenti passerà la notte a digerire i cibi senza provvedere a tutte le altre funzioni indispensabili per la nostra salute. 

Il risultato sarà un risveglio in cui ci si sente stanchi e affaticati, con occhi pesanti e nessuna voglia di mangiare, mentre al contrario, quando la cena è leggera ed alcalina, ci sentiremo riposati, drenati e molto affamati.

Ricetta completa su : https://www.dottoriesapori.it/ricette/tisana-digestiva-e-purificante-con-anice-e-liquirizia/


Dr.ssa Patrizia Bartolini
Biologo Nutrizionista e massofisioterapista