Scopriamo l’oro verde: l’olio d’oliva

Scopriamo l’oro verde: l’olio d’oliva
Tempo di lettura: 2 minuti

L’olio extravergine di oliva è un alimento base della dieta mediterranea ed è considerato l’oro verde delle nostre tavole.

Si ricava dalla spremitura meccanica delle olive, che sono il frutto della pianta dell’olivo (o ulivo) il cui nome scientifico è Olea Europeae.

Composizione

L’olio extravergine di oliva è composto per il 98-99 % da una frazione saponificabile (trigliceridi, mono e digliceridi, cere, fosfolipidi e sfingolipidi). La composizione in acidi grassi varia in relazione alla varietà dell’olivo, al grado di maturazione delle drupe, al clima e al periodo della raccolta. Vi sono tuttavia degli acidi grassi particolari, che rappresentano sempre e comunque la quasi totalità degli acidi grassi contenuti nell’olio extravergine di oliva: si tratta dello stearico, del palmitico, dell’oleico, del linoleico e del linolenicoe per l’1-2% da una frazione insaponificabile ( idrocarburi, alcoli alifatici e triterpenici, polifenoli, tocoferoli, steroli, pigmenti:caroteni e clorofille e vitamine liposolubili).

Proprietà

– grazie all’oleocantale, possiede attività antinfiammatoria, antiaggregante e analgesica come l’ibuprofene (noto farmaco antiinfiammatorio);

protegge il cuore riducendo il rischio di infarto, ictus, trombosi e coronaropatie in genere,mediante:

  • la riduzione del colesterolo LDL “cattivo”, grazie ai fitosteroli (β-sitosterolo, δ-5 avenasterolo e campesterolo) e alla presenza dell’acido oleico e dell’acido palmitico,in grado di favorire anche l’aumento dei livelli del colesterolo HDL “buono”;
  • l’azione antiaterogenica (inibisce la formazione della placca e riduce lo stato infiammatorio che ne favorisce la deposizione);
  • l’abbassamento della pressione sanguigna grazie alla vitamina E e ai polifenoli che svolgono un’azione antiossidante diretta e riducono la produzione di molecole ad azione pro-infiammatoria nel nostro organismo, e all’acido oleico che stimola la vasodilatazione e inibisce i segnali di natura opposta (vasocostrittoria), causando sia nel breve che nel lungo termine una diminuzione della pressione arteriosa;
  • l’azione anticoagulante;
  • il miglioramento della funzione endoteliale,grazie ai polifenoli che rinforzano le pareti cellulari ed aumentano l’elasticità dei vasi sanguigni.

ha proprietà antitumorale grazie ai composti fenolici (antiossidanti);

-grazie alla vitamina E, preserva la salute delle ossa, proteggendole da osteoporosi e decalcificazione e, di conseguenza, dalle fratture ossee;

-ha un effetto lassativo naturale (aiuta a combattere la stitichezza);

migliora la resistenza dell’insulina e favorisce la regolazione dei livelli di zuccheri nel sangue, riducendo il rischio di sviluppare il diabete mellito tipo 2 del 50%. Inoltre, un recente studio ha dimostrato che una dose di circa 10 grammi al giorno di olio extravergine di oliva:

-determina un significativo aumento delle incretine, ormoni naturali prodotti a livello gastrointestinale, con conseguente riduzione del livello della glicemia e aumento dell’insulina nei pazienti sani;

-attenua il picco glicemico dopo i pasti in chi soffre di diabete di tipo 1, aiutando a moderare la glicemia senza dover limitare eccessivamente gli alimenti che contengono carboidrati, in particolare quelli con un indice glicemico più elevato.

contribuisce a eliminare le infezioni causate dall’Helicobacter Pylori, un patogeno presente nello stomaco, la cui attivazione porta alla comparsa di ulcere allo stomaco, mal di stomaco, infezioni e tumori;

contribuisce alla formazione delle ossa, al processo di mielinizzazione del cervello ed all’accrescimento;

riduce la secrezione gastrica, esplicando un’azione protettiva nei confronti di gastriti, ulcere gastriche e duodenali;

previene l’insorgenza di calcolosi biliare;

-protegge il fegato;

– previene la depressione;

-protegge dal declino cognitivo correlato all’età e dall’insorgenza delle malattie neurodegenerative (Alzheimer);

-grazie ai polifenoli esplica un’attività antimicrobica intestinale, nei confronti di microrganismi dannosi per la salute;

-mantiene giovane la pelle grazie al contenuto di vitamina E e β carotene,riducendo il processo naturale di invecchiamento cellulare.

L’olio extravergine d’oliva è molto calorico (100 gr apportano 900 kcal). Per mantenerne inalterate le proprietà nutraceutiche, si consiglia di consumarlo a crudo sulle pietanze, senza esagerare (massimo 3 cucchiai al giorno)!

La ricetta consigliata da Dottori&Sapori: Olive nere sotto sale alla calabrese


Dott.ssa Nicoletta Maria Grazia Pugliese Biologa Nutrizionista nutrizionista2012@libero.it