Sei consigli per mantenere sotto controllo il colesterolo

Sei consigli per mantenere sotto controllo il colesterolo
Tempo di lettura: 3 minuti

I numeri del colesterolo fanno sempre preoccupare. Molto spesso anche le persone apparentemente in forma hanno valori elevati. Le ragioni possono essere molteplici e spesso vanno oltre l’alimentazione.

Ecco sei consigli per mantenere sotto controllo il colesterolo  

1. Conosci i tuoi geni 

A volte però può accadere che le accortezze nello stile di vita non siano sufficienti in quanto i valori rimangono elevati. Si parla quindi di ipercolesterolemia familiare o primaria, una condizione ereditaria legata a particolari anomalie genetiche.

Questo significa che gli individui colpiti da ipercolesterolemia familiare producono una quantità eccessiva di colesterolo già a partire dall’età giovanile.

Approfondisci qui » Ipercolesterolemia familiare: di che cosa si tratta?

2. Tieni traccia dei valori del colesterolo

Un accumulo di colesterolo LDL, chiamato anche cattivo, fa parte del processo che restringe le arterie, chiamato aterosclerosi, in cui le placche formano e causano una limitazione del flusso sanguigno. Questo può dunque condurre ad attacchi cardiaci e ictus.

Per questi motivi è chiara l’importanza di conoscere non solo i livelli di colesterolo totale, ma anche quelli del colesterolo buono e cattivo. Come fare? Basta effettuare in modo regolare gli esami del sangue.

Il colesterolo totale, secondo  le nuove linee guida europee, deve essere < 200 mg/dL.

Tuttavia per garantire una protezione ottimale dalle malattie cardiovascolari è importante mantenere bassi livelli di colesterolo LDL contrapponendoli ad alti valori di colesterolo HDL. Per questo i due valori possono essere messi in relazione per una stima immediata, anche se approssimativa, del rischio cardiovascolare del paziente.

Tale rischio si manifesta per valori superiori a 3,5 negli uomini e a 3,0 nelle donne; i valori desiderabili sono, rispettivamente, inferiori a 3,0 negli uomini e a 2,5 nelle donne (U. S. National Library of Medicine).

RISCHIO CARDIOVASCOLARE

> 3,5 (uomini) : Rischio

> 3,0 (donne) : Rischio

< 3,0 (uomini) : Valori desiderabili

< 2,5 (donne) : Valori desiderabili

3. Aumenta l’HDL (colesterolo buono)

Il colesterolo non è un demone. Nella giusta quantità infatti aiuta a stare bene e ad essere in salute ed in forma.

Il colesterolo HDL ha quattro funzioni primarie senza le quali non possiamo sopravvivere:

  • contribuisce alla struttura delle pareti cellulari,
  • forma acidi biliari digestivi nell’intestino,
  • permette al corpo di produrre vitamina D,
  • consente al corpo di produrre determinati ormoni.

Non solo, livelli troppo bassi di colesterolo, soprattutto nei maschi, possono favorire un deficit di testosterone con tutto ciò che ne consegue anche nella sfera sessuale.

Scopri qui alcuni alimenti che aiutano ad aumentare il colesterolo buono.

4. Smetti di fumare

La nicotina ispessisce le arterie, portando a depositi di colesterolo e coagulazione, aumentando così il rischio di malattie cardiache in modo sostanziale.

Quindi la prima cosa da fare per salvare il tuo cuore è smettere di fumare.

5. Sali le scale

È noto a tutti come, optando per le scale invece dell’ascensore, potenzia il metabolismo, la tonificazione muscolare e  la forma fisica.

Ora la ricerca ha trovato un altro vantaggio nel fare le scale: aiuta infatti a migliorare i numeri del colesterolo, in modo tale da ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Ora ne vale la pena di sicuro!

6. Diminuisci lo stress

Il corpo, quando sotto pressione, rilascia un fiume di ormoni in risposta allo stress, che possono causare un aumento della pressione sanguigna e dei livelli di colesterolo cattivo. Particolarmente dannoso per la salute del nostro cuore è il cosiddetto “ormone dello stress”, il cortisolo. A lungo andare, infatti, troppo cortisolo può influenzare l’aumento di grasso addominale, contribuendo a fattori di rischio metabolici, come l’innalzamento dei livelli di colesterolo LDL (o “cattivo”), l’abbassamento di quello HDL (noto anche come “buono”) e una maggiore resistenza all’insulina.

È preferibile non aspettare troppo a lungo prima di reagire ai primi sintomi dello stress. Ecco perché è meglio imparare ad utilizzare delle strategie per alleviare lo stress giorno per giorno.

  • La meditazione, la preghiera, lo yoga e le arti marziali, come il tai chi, possono aiutarti a prendere una pausa dallo stress quotidiano e ad insegnarti a respirare in modo corretto.
  • Ridere. Certo, ridere in queste situazioni è quasi impossibile, ma è esattamente ciò che ti serve per alleviare lo stress.
  • Praticare esercizio fisico è un’ottima strategia per alleviare le tensioni causate dallo stress, diminuire i livelli di colesterolo presenti nel sangue e aumentare la propria motivazione ed autostima. L’esercizio aerobico, in particolare, è quello più consigliato per fronteggiare lo stress.
  • Dormire a sufficienza permette al nostro corpo e alla nostre mente di riposarsi e riprendere le forze per affrontare con successo il giorno successivo.
Fonte:
https://fit.thequint.com/life-hacks/health-hacks-to-lower-cholesterol