Semi di tamarindo per combattere il colesterolo

Semi di tamarindo per combattere il colesterolo

Un nuovo studio suggerisce che i semi di tamarindo possono migliorare i livelli di zucchero nel sangue e di colesterolo.

Un team di ricercatori dell’Università della Malesia e dell’Università King Abdulaziz in Arabia Saudita hanno esaminato gli effetti dei semi di tamarindo sul metabolismo dei grassi e dei carboidrati nei ratti.

Studi precedenti hanno dimostrato che il tamarindo può essere usato per ridurre l’accumulo di grasso viscerale, così come per abbassare i livelli di zucchero nel sangue e alti livelli di colesterolo nel sangue nei ratti.

Lo studio

Nello studio, il gruppo di ricerca ha nutrito tre modelli di ratto – normali, ipertesi ed esposti a condizioni iperglicemiche – con diete contenenti lo zero percento, due percento, quattro percento e otto percento di semi di tamarindo per quattro settimane. Quindi, hanno monitorato l’alimentazione e le prestazioni di crescita. Hanno anche prelevato campioni di fegato dai ratti per analizzare il contenuto di glicogeno. Inoltre, hanno prelevato campioni di sangue per misurare i livelli di colesterolo e i livelli di glucosio.

Risultati

Sulla base dei risultati degli esperimenti, il team di ricerca ha scoperto che l’aggiunta di semi di tamarindo alle diete influenzava l’alimentazione e le prestazioni di crescita dei ratti. Le diete contenenti il ​​quattro per cento e l’otto per cento dei semi di tamarindo riducevano i livelli di colesterolo.

I ratti che hanno ricevuto diete contenenti almeno il 4% dei semi di tamarindo hanno mostrato livelli di zucchero nel sangue più bassi. Inoltre, l’inclusione di semi di tamarindo ha portato ad un aumento dello stoccaggio di glicogeno nel fegato.

Nel complesso, questi risultati suggeriscono che i semi di tamarindo possono abbassare i livelli di colesterolo e zucchero nel sangue, oltre a migliorare la conservazione del glicogeno.

Conclusioni

Da questi risultati, pubblicati nel Journal of Ayurveda and Integrative Medicine, il team di ricerca ha concluso che i semi di tamarindo possono essere utili nel trattamento di persone con alti livelli di zucchero nel sangue e / o alti livelli di colesterolo nel sangue.

Come usare i semi di tamarindo

Il tamarindo si trova in India e in Africa tropicale. Più comunemente, si consuma il frutto del tamarindo, ma nella cucina asiatica e africana si gustano anche i semi. Ecco alcuni modi per preparare i semi di tamarindo:

Tostare i semi

In primo luogo, rompere il guscio di un baccello di tamarindo e separare la polpa e i semi. Per cinque minuti, tostare i semi in una padella a fuoco medio. Scuotere di tanto in tanto la padella per arrostire uniformemente i semi. Lasciarli raffreddare, quindi rompere il guscio esterno con i denti e rimuovere i semi. Potrebbe essere necessario masticare e succhiare i semi per un po ‘ prima di poterli ingerire.

Usa i semi per fare la farina

Puoi anche usare i semi di tamarindo per fare il pane. Alcuni cuochi macinano i semi di tamarindo ricavando una farina raffinata che viene usata come ingrediente principale del loro pane, mentre altri usano il succo della polpa e dei semi come ingrediente liquido per il pane fatto con riso e farina di frumento.

Fonti:

https://www.cdc.gov/chikungunya/index.html

https://timesofindia.indiatimes.com/india/tamarind-seeds-has-antiviral-properties-and-can-potentially-be-used-to-develop-antiviral-medication-for-chikungunya/articleshow/66614928.cms

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0975947616305083?via=ihub