fbpx

Trasporta il colesterolo intracellulare: trovata la proteina chiave, lo studio

Trasporta il colesterolo intracellulare: trovata la proteina chiave, lo studio
Tempo di lettura: 2 minuti

I ricercatori dell’Università di Osaka hanno scoperto i dettagli meccanici chiave che consentono il trasporto del colesterolo all’interno delle cellule.

Nonostante la sua reputazione, il colesterolo è una molecola essenziale per gli esseri viventi. Tra le sue funzioni consente al corpo di produrre determinati ormoni e contribuisce alla struttura delle pareti cellulari. Di conseguenza molte malattie derivano da difetti nel corretto trasporto di colesterolo.

Come viene trasportato il colesterolo?

Il trasporto del colesterolo intracellulare avviene attraverso due vie: vescicolare e non vescicolare“, spiega l’autore principale Tomoaki Sobajima.

La via vescicolare spinge il colesterolo usando vescicole che si «staccano» e si fondono con le membrane cellulari. Il percorso non vescicolare è altrettanto importante per il trasporto del colesterolo, ma molte delle proteine coinvolte devono ancora essere identificate per farci capire come funziona esattamente il percorso“.

Il trasporto non vescicolare

I ricercatori hanno iniziato a demistificare il trasporto non vescicolare utilizzando un test di screening, che ha permesso di trovare proteine che interagiscono con giocatori noti nel percorso.

Da questo screening è stato identificata la proteina RELCH.

Anche se non è stato precedentemente collegato al trasporto del colesterolo, RELCH interagisce con due proteine critiche nel percorso: Rab11 e OSBP. Queste interazioni hanno posto le basi iniziali per la scoperta chiave nello studio.

Le considerazioni

“Si pensa che il trasporto non vescicolare avvenga quando due membrane si legano insieme, permettendo al colesterolo di passare da una membrana all’altra”, spiega Sobajima. “Abbiamo creato un sistema artificiale che ci consente di misurare il buon livello di colesterolo lungo le membrane delle cellule legate. Ciò che abbiamo scoperto è che le membrane contenenti Rab11 e quelle contenenti OSBP si legano insieme in modo efficace quando viene aggiunto RELCH alla miscela. In questo modo il colesterolo può muoversi facilmente attraverso le membrane”.

Le conclusioni

I risultati, pubblicati su The Journal of Cell Biology, potrebbero servire come punto di partenza per ulteriori studi in questo sistema di trasferimento di colesterolo.

“Il nostro studio suggerisce che RELCH è una proteina di collegamento chiave che consente il trasferimento del colesterolo“, conclude il ricercatore Akihiro Harada.

L’identificazione del complesso Rab11-RELCH-OSBP è un importante passo avanti nella comprensione del funzionamento del trasporto non vescicolare. I risultati, come ritengono i ricercatori, potranno contribuire a guidare nuovi trattamenti dei disordini metabolici correlati al colesterolo che coinvolgono questa unica via di trasporto.

Fonti:

http://resou.osaka-u.ac.jp/en/research/2018/20180320_2

http://jcb.rupress.org/content/early/2018/03/06/jcb.201709123