Valutare la qualità della dieta attraverso il test dell’urina

0
850
Controllare il colesterolo cattivo per ridurre il rischio di ricadute per il cuore

È stato sviluppato recentemente un nuovo test dell’urina per valutare la qualità della dieta. 

Il test analizza 46 metaboliti presenti nell’urina e fornisce informazioni dettagliate sulla dieta di una persona. 

Questo test apre le porte a una “nutrizione di precisione”

Un’equipe di scienziati dell’Imperial College di Londra, dell’università dell’Illinois (Stati Uniti) e dell’Università di Murdoch (Australia) hanno sviluppato un test dell’urina della durata di cinque minuti per misurare la qualità della dieta delle persone. In generale, è noto che la dieta rispecchi il nostro stato di salute. Tuttavia, come osserva il dottor Joram Posma (co-autore della ricerca finanziata dal Dipartimento di Metabolismo, Digestione e Riproduzione), è difficile misurare il contributo della dieta perchè ciò richiede che le persone ricordino cosa abbiano mangiato e come. Infatti, app e diari per le diete possono essere resoconti inaffidabili.

I metaboliti presenti nell’urina rivelano la qualità della nostra dieta

L’analisi della dieta è stata svolta esaminando 46 metaboliti presenti nell’urina di 1848 persone negli Stati Uniti. I metaboliti (ovvero molecole che sono prodotti intermedi o finali di un certo processo metabolico) sono considerati indicatori oggettivi della qualità della dieta. 

I risultati hanno mostrato che c’è una correlazione tra metaboliti e tipi di alimenti/nutrienti della dieta. Per esempio, alcuni metaboliti sono correlati all’assunzione di alcol, mentre altri all’assunzione di fruttosio, glucosio, e Vitamina C. 

Risultati del test

Questa tecnologia è stata ottimizzata in modo da analizzare il tipo e la quantità di metaboliti presenti nell’urina in appena cinque minuti. Questo consente di avere informazioni dettagliate sulla dieta di una persona sviluppando così l’idea di una “nutrizione di precisione”. 

Secondo i ricercatori tale strumento permette la valutazione della dieta sulla base di un punteggio, chiamato “punteggio del metabotipo della dieta” (DMS). Il test ha rivelato che ad alti valori di DMS corrisponderebbe una dieta più sana e, viceversa, a bassi valori una dieta meno sana.

Conclusione

Il prossimo passo sarà di utilizzare il test dell’urina per valutare l’impatto della dieta su certe patologie quali l’obesità, il diabete, e l’alta pressione sanguigna. Inoltre la piramide dei cibi dovrà probabilmente essere riscritta per incorporare l’impatto dei metaboliti sul corpo. 

Questo test apre delle prospettive su un nuovo tipo di dieta personalizzata con un potenziale impatto positivo sulla salute pubblica.

Fonti

https://www.imperial.ac.uk/news/198535/urine-test-reveals-quality-your-diet/

https://doi.org/10.1038/s43016-020-0093-y

https://doi.org/10.1038/s43016-020-0092-z