Che cos’è il grasso viscerale e perché è importante ridurlo

Che cos’è il grasso viscerale e perché è importante ridurlo

Il grasso viscerale è l’accumulo di grasso concentrato all’interno della cavità addominale e distribuita tra gli organi interni e il tronco. È più pericoloso del grasso sottocutaneo e combatterlo è molto più difficile.

Se l’accumulo sottocutaneo può, in casi estremi, essere rimosso chirurgicamente, i medici non hanno ancora imparato ad asportare lo strato viscerale.

Perché è pericoloso?

I depositi viscerali sono in realtà importanti per il corpo, poiché proteggono gli organi interni dagli effetti dell’ambiente. Tuttavia, la loro massa totale non dovrebbe superare il 10% -15% della quantità totale di tutto il grasso corporeo.

L’aumento del grasso viscerale è un rischio per la salute perchè può provocare malattie come:

  • vene varicose
  • infarto miocardico
  • malattie di natura oncologica;
  • disturbi ormonali;
  • alterazione dei processi metabolici nel corpo.

In cosa differisce dal grasso sottocutaneo?

Il nostro corpo ha bisogno di grasso sottocutaneo perché rappresenta la nostra riserva di energia, ci dà vitalità e ci riscalda quando fa freddo. Ma se mangi troppo o troppo spesso, il tuo corpo inizia a riservare grasso non nello strato sottocutaneo, ma direttamente vicino agli organi interni. Un tale strato di grasso interno è chiamato grasso viscerale.

L’eccesso di grasso viscerale blocca il flusso di sangue e linfa agli organi interni. La ventilazione dei polmoni peggiora e l’ossigeno nel corpo diventa squilibrato, il che porta a difficoltà nella respirazione e nel sonno.

Da dove proviene?

L’accumulo di grassi viscerali eccessivi è dovuto a:

  • una predisposizione genetica
  • stile di vita errato.

Ad esempio, molti sanno che gli uomini (anche se sono magri) possono ottenere quella che viene chiamata una “pancia da birra” se consumano troppa birra. La birra influisce negativamente sul testosterone, che è un ormone maschile che combatte il deposito di grasso in eccesso.

Dopo la menopausa, indipendentemente dalla struttura della forma del corpo e dalla predisposizione genetica, il corpo di una donna riduce drasticamente la produzione di estrogeni e la probabilità di crescita del tessuto viscerale aumenta in modo significativo.

Pertanto, le persone con uno squilibrio ormonale, disturbi metabolici e stili di vita sedentari sono quelle a maggior rischio.

Come misurarlo?

Per determinare la quantità di grasso pericoloso, è ovviamente meglio andare da un dottore ma se vuoi provare devi misurare la tua circonferenza vita. Secondo le linee guida europee la circonferenza vita non dovrebbe superare i 102 cm negli uomini e gli 88 cm nelle donne. Il rapporto vita/fianchi dovrebbe essere inferiore a 0,95 per gli uomini e 0,8 nelle donne.

Cosa fare per combatterlo?

  • Prima di tutto, devi passare a una dieta sana:
  • Aumenta l’assunzione di cibi vegetali, ovvero la tua dieta quotidiana dovrebbe consistere nel 70% di frutta e verdura.
  • Riduci il consumo di grassi animali (burro, carne grassa o maiale) e grassi vegetali simili (palma e olio di cocco).
  • Elimina i grassi trans che vengono utilizzati nella creazione di vari sostituti degli oli naturali
  • Elimina i cibi con un alto indice glicemico. Tali prodotti aumentano notevolmente il contenuto di zucchero nel sangue, aumentando la sintesi di insulina. E questo è un percorso diretto per la formazione di grasso in eccesso sulla vita.
  • Riduci al minimo il consumo di bevande alcoliche.
  • Mangia cibi ricchi di fibre per pulire l’intestino.
  • Dimentica gli snack e prediligi noci, frutta secca, agrumi, verdure crude e frutta.

Cerca di trovare il tempo per allenarti. Brucia il grasso viscerale con intense attività fisiche, ad esempio corsa, nuoto, ciclismo, calcio o tennis. Il principale nemico del grasso interno è l’attività.