Dieta, sonno e rischio cardiaco nelle donne: il legame

Dieta, sonno e rischio cardiaco nelle donne: il legame

Secondo un nuovo studio condotto da ricercatori della Columbia University, le donne che dormono male tendono a mangiare troppo e consumano una dieta di qualità inferiore aumentando il rischio di malattie cardiovascolari.

I risultati forniscono nuove informazioni su come la scarsa qualità del sonno possa aumentare il rischio di malattie cardiache e obesità e indica possibili interventi per migliorare la salute del cuore delle donne.

Precedenti studi hanno dimostrato che le persone che dormono meno hanno maggiori probabilità di sviluppare obesità, diabete di tipo 2 e malattie cardiache – e che la relazione può essere parzialmente spiegata dalla dieta. Ma questi studi erano strettamente focalizzati su alimenti o nutrienti specifici (come pesce, dolci o grassi saturi) o misuravano solo la durata del sonno, non la qualità del sonno.

Il nuovo studio è stato progettato per ottenere un quadro più completo delle donne esaminando le associazioni tra qualità della dieta generale e molteplici aspetti della qualità del sonno.

Le donne sono particolarmente inclini a disturbi del sonno per tutta la durata della vita, perché spesso si assumono le responsabilità di prendersi cura dei bambini e della famiglia e, in seguito, a causa degli ormoni della menopausa“, afferma Brooke Aggarwal, EdD, assistente professore di scienze mediche presso la Columbia University Vagelos College of Physician and Surgeons e autore senior dello studio. “La nostra interpretazione è che le donne con un sonno di scarsa qualità potrebbero fare scelte alimentari più malsane“, afferma Aggarwal.

In che modo il sonno può condizionare la qualità del cibo assunto

La scarsa qualità del sonno può portare a un eccessivo apporto di cibo e calorie stimolando i segnali della fame o sopprimendo i segnali di sazietà“, afferma Faris Zuraikat, PhD, autore principale dello studio. “La sazietà è in gran parte influenzata dal volume del cibo consumato e potrebbe essere che le donne con insonnia consumino una maggiore quantità di cibo nel tentativo di sentirsi piene e appagate. Tuttavia, è anche possibile che una cattiva alimentazione abbia un impatto negativo sulla qualità del sonno “, aggiunge Zuraikat.” 

Mangiare di più potrebbe anche causare disagio gastrointestinale, ad esempio, rendendo più difficile addormentarsi o rimanere addormentato .

La speranza è dunque che studi futuri verifichino se le terapie che migliorano la qualità del sonno possono promuovere anche la salute cardiometabolica nelle donne.

Fonte:

https://www.ahajournals.org/doi/