Il luminare Andrew Weil ci spiega il colesterolo: cos’è, cause e rimedi

Il luminare Andrew Weil ci spiega il colesterolo: cos’è, cause e rimedi
Tempo di lettura: 5 minuti

Andrew Weil si è laureato in medicina ad Harvard, ha lavorato per il National Institute of Mental Health e per quindici anni è stato ricercatore presso l’Harvard Botanical Museum. E’ direttore del programma di medicina integrativa dell’Università di Tucson, Arizona, dove si occupa di medicina naturale e preventiva ed è considerato uno dei medici di riferimento per la medicina integrata negli Stati Uniti.

Cos’è il colesterolo alto?

Il colesterolo alto è un noto fattore di rischio per le malattie cardiache. Il colesterolo stesso è una sostanza cerosa e grassa che viene prodotta principalmente dal fegato, sebbene anche la dieta possa incidere sulla produzione. È un componente essenziale delle membrane cellulari e viene utilizzato dall’organismo per produrre ormoni e vitamina D.

Il colesterolo viene trasportato attraverso il flusso sanguigno collegato a due diversi composti chiamati lipoproteine: lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) e lipoproteine ​​ad alta densità (HDL). LDL è comunemente noto come colesterolo “cattivo” perché trasporta il colesterolo dal fegato in tutto il corpo e potenzialmente si deposita sulle pareti delle arterie. L’HDL, noto come “colesterolo buono”, raccoglie il colesterolo dal sangue e lo consegna alle cellule che lo usano, o lo riporta al fegato per essere riciclato o eliminato dal corpo.

Troppo colesterolo nel sangue si accumula sulle pareti delle arterie causando l’indurimento delle arterie (aterosclerosi). L’accumulo di colesterolo nelle arterie limita il flusso sanguigno che porta ossigeno al cuore. Se il flusso di sangue al cuore viene interrotto a causa di arterie ostruite, il risultato è un danno al muscolo cardiaco – un attacco di cuore.

 

Quali sono i sintomi del colesterolo alto?

Il colesterolo alto di per sé non causa sintomi, quindi non ci sono segni esteriori che i tuoi livelli siano troppo alti e quindi rappresentano un rischio per il tuo cuore. E’ quindi consigliato fare gli esami del sangue almeno una volta all’anno.

 

Quali sono le cause del colesterolo alto?

La tendenza al colesterolo alto sembra essere genetica anche se la dieta può influenzare i suoi livelli. Altri fattori che possono influenzare i livelli di colesterolo includono il sovrappeso e l’essere fisicamente inattivi. Più si invecchia, più è probabile che i livelli di colesterolo aumentino. Prima della menopausa, le donne tendono ad avere bassi livelli di colesterolo rispetto agli uomini della stessa età, ma dopo la menopausa, i livelli di LDL delle donne spesso aumentano.

 

Misurare il colesterolo alto?

I livelli di colesterolo possono essere misurati con un esame del sangue eseguito dopo aver digiunato per almeno 12 ore. I risultati mostreranno il livello di colesterolo totale, i livelli di LDL e HDL e i livelli di trigliceridi, il tipo più comune di grasso nel corpo.

  • I livelli desiderabili di colesterolo totale sono di 200 mg per decilitro di sangue o meno;
  • I livelli compresi tra 200 mg / dL e 239 mg / dL sono considerati al di sopra dei limiti;
  • 240 mg / dL o superiore è considerato colesterolo alto e aumenta il rischio di malattie cardiache.

HDL

Un livello desiderabile di colesterolo HDL protettore cardiaco è 60 mg / dL o superiore; livelli inferiori a 40 mg / dL per gli uomini e inferiori a 50 mg / dL per le donne aumentano il rischio di malattie cardiache.

LDL

Un livello desiderabile di colesterolo LDL (“cattivo”) è inferiore a 100 mg / dL – più basso è il livello di LDL, migliore in termini di rischio di malattie cardiache. I livelli tra 139 e 150 mg / dL sono al limite e quelli compresi tra 160 e 189 mg / dL sono considerati elevati, mentre quelli LDL superiori a 190 mg / dL sono classificati come molto alti.

TRIGLICERIDI

I livelli normali di trigliceridi sono considerati 150 mg / dL o inferiori; quelli da 150 a 199 mg / dL sono considerati borderline alti mentre quelli da 200-499 mg / dL sono considerati alti e quelli superiori a 500 mg / dL sono considerati molto alti.

 

Qual è il trattamento convenzionale del colesterolo alto?

Il trattamento del colesterolo alto di solito inizia con i cambiamenti dello stile di vita orientati verso l’abbassamento dei livelli. Questi includono perdere peso se sei in sovrappeso e cambiare la tua dieta prediligendo verdure, frutta, pesce, in particolare  salmone, sgombro, aringa e merluzzo che forniscono acidi grassi omega-3 sani per il cuore.

Se i cambiamenti dello stile di vita non aiutano, possono essere prescritti dal medico farmaci per abbassare il colesterolo. Questi includono statine, che effettivamente abbassano il colesterolo LDL; acido nicotinico per abbassare il colesterolo LDL e i trigliceridi e aumentare l’HDL; farmaci chiamati fibrati che possono essere prescritti per abbassare il colesterolo e possono aumentare l’HDL.

 

Quali terapie consiglia il Dr. Weil per il colesterolo alto?

Dr. Weil raccomanda di apportare il seguente stile di vita e cambiamenti dietetici al fine di abbassare i livelli di colesterolo alto:

Perdere peso. Anche una modesta perdita di peso può abbassare i livelli di colesterolo.

Riduci la quantità di zucchero e farina nella tua dieta. Come regola generale, il Dr. Weil sconsiglia di consumare cibi con zuccheri aggiunti, in particolare bevande analcoliche e snack molto elaborati, che possono causare picchi e cali di zucchero nel sangue.

Evitare gli acidi grassi trans. Questi grassi dannosi per il cuore possono ridurre i livelli di colesterolo HDL (“buoni”) e aumentare i livelli di colesterolo LDL (“cattivo”). Gli acidi grassi trans sono presenti negli alimenti in cui, nella lista degli ingredienti, troviamo “olio parzialmente idrogenato“. I grassi trans si trovano in molte marche di margarina e nella maggior parte dei cibi lavorati, negli snack come patatine, cracker e biscotti e negli oli usati per cucinare le patatine fritte, ciambelle e popcorn.

Esercizio. L’esercizio aerobico quotidiano può aiutare ad aumentare i livelli di HDL.

Non fumare Fumare è di per sé un fattore di rischio per le malattie cardiache. Può anche ridurre significativamente il colesterolo HDL.

Rilassarsi. Lo stress emotivo può spingere il corpo a rilasciare grasso nel flusso sanguigno, aumentando i livelli di colesterolo. Contro stress consiglia di praticare esercizi di respirazione quotidiana e altre tecniche di riduzione dello stress come yoga, meditazione, immaginazione guidata o tai chi.

Nutrizione ed integratori per il colesterolo alto

Dr. Weil raccomanda i seguenti cambiamenti dietetici che possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo.

Mangia qualche noce ogni giorno. Scegli mandorle, noci e anacardi, che contengono grassi monoinsaturi sani per il cuore.

Sostituire con proteine di soia le proteine ​​animali. Le proteine ​​di soia come il tofu, tempeh, latte di soia, fagioli interi di soia e noci di soia tostate hanno dimostrato di abbassare i livelli di colesterolo.

Usa regolarmente l’aglio fresco. L’aglio ha dimostrato di abbassare sia i livelli di colesterolo che la pressione sanguigna.

Utilizzare uno o due chiodi di garofano crudi o leggermente cotti al giorno.

Bere il tè verde ogni giorno. Gli antiossidanti che contiene aiutano a ridurre il colesterolo e prevengono l‘ossidazione del colesterolo nel sangue.

Mangia molta fibra solubile. Fagioli e lenticchie, mele, agrumi, avena, orzo, piselli, carote e semi di lino macinati sono tutte buone fonti di fibra solubile, che ha un potente effetto ipolipemizzante.

Limitare i carboidrati raffinati. Questi includono biscotti, torte, cracker, pane soffice, patatine e bibite, che possono peggiorare i livelli di colesterolo abbassando l’HDL e aumentare i livelli di trigliceridi.

Prendere il coenzima Q10 (CoQ10). Questo potente antiossidante favorisce la salute del cuore proteggendo il colesterolo LDL dall’ossidazione e rivitalizzando i mitocondri nelle cellule cardiache, che è il luogo in cui avviene il metabolismo energetico. Il CoQ10 può anche aiutare a ridurre la pressione sanguigna.

Prendi l’olio di pesce. L’olio di pesce contiene un’abbondanza di acidi grassi essenziali omega-3 (omega-3) che hanno dimostrato di abbassare i livelli di trigliceridi (grassi nel sangue), minimizzare l’infiammazione e la coagulazione e aumentare il colesterolo HDL (“buono”). La ricerca indica che gli omega-3 possono aiutare a ridurre il rischio e i sintomi di una varietà di disturbi influenzati dall’infiammazione, compresi infarto e ictus. Puoi aggiungere omega-3 alla tua dieta mangiando pesci come il salmone, le sardine, l’aringa, lo sgombro e il merluzzo nero. Se ciò non è possibile, Dr. Weil consiglia di assumere due grammi al giorno di un integratore di olio di pesce che contenga sia acidi grassi essenziali omega-3, EPA (acido eicosapentenoico) e DHA (acido docosaesaenoico).

Assumere integratori Sul mercato esistono degli integratori a base di Monacolina K (riso rosso fermentato) abbinati ai probiotici per agire sulle due fonti del colesterolo (endogena e alimentare) arricchiti anche del Coenzima Q10. Per saperne di più consulta la nostra guida https://menocolesterolo.it/guida-ai-prodotti-a-base-di-monacolina-k/

 

FONTE.
https://www.drweil.com/health-wellness/body-mind-spirit/heart/high-cholesterol/