La nutraceutica per tenere sotto controllo il colesterolo

La nutraceutica per tenere sotto controllo il colesterolo
Tempo di lettura: 3 minuti

C’è una relazione tra i livelli alti di colesterolo cattivo e il rischio cardiovascolare. I nutraceutici, come l’estratto di riso rosso fermentato, aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo.

Per raggiungere valori ottimali di colesterolo cattivo bisogna agire su due fronti:

  • Stile di vita.
  • Terapie farmacologiche.

La nutraceutica per tenere sotto controllo il colesterolo

Negli ultimi anni si è diffusa la possibilità dell’uso dei nutraceutici. Sono sostanze di origine naturale che aiutano a promuovere la salute.

Tra i benefici della nutraceutica:

  • Tenere sotto controllo il colesterolo.
  • Rafforzare il sistema immunitario.
  • Prevenire le malattie cronico-degenerative.
  • Regolare le funzioni intestinali.

I principali nutraceutici per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue

Tra i nutraceutici con attività documentata per tenere sotto controllo il colesterolo, ci sono:

  • L’estratto di riso rosso fermentato.
  • La fibra.
  • I fitosteroli.
  • La berberina.
  • Il probiotico BB536.

Vediamoli più da vicino.

Riso rosso fermentato contro il colesterolo

Il riso rosso fermentato è un rimedio naturale classificato come integratore per il colesterolo.

La sua fermentazione è a opera di un lievito: il Monacus purpureus, responsabile anche della sua colorazione rossastra.

Contiene la Monacolina K, sostanza naturale contro il colesterolo. Gli effetti positivi della Monacolina K sono stati ampiamente dimostrati da numerosi studi clinici che ne hanno valutato l’azione. (link degli studi in fondo all’articolo).

Recenti ricerche spiegano inoltre che la Monacolina K, se combinata con i probiotici, può potenziare i benefici della riduzione del colesterolo.

Fibra

Diversi studi hanno dimostrato che integrare le fibre all’interno del corpo aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e i trigliceridi. (link di approfondimento in fondo all’articolo). Ecco perché è importante assumere legumi, frutta e verdura.

In particolare un recente studio ha dimostrato come l’assunzione di integratori di fibra da parte di pazienti con alti livelli di colesterolo ha portato ad una riduzione dell’8% di colesterolo totale, del 13,9% di colesterolo cattivo (LDL) e del 9% di insulina. (link dello studio in fondo all’articolo).

Sulla base delle evidenze riportate, da molti anni viene raccomandato un consumo di fibre di circa 35 grammi al giorno per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Fitosteroli

I fitosteroli sono presenti naturalmente in:

  • Oli vegetali.
  • Frutta secca (noci, mandorle, nocciole).
  • Frutta fresca.
  • Verdure.
  • Legumi.

Il meccanismo alla base dell’effetto di controllo del colesterolo dei fitosteroli è da ricondurre alla loro omologia di struttura con esso.  

Studi scientifici mostrano che il consumo di prodotti contenenti fitosteroli riduce in maniera significativa le concentrazioni di colesterolo totale e di quello cattivo di circa l’8-il 10%, sia nei soggetti sani che in quelli con ipercolesterolemia.

Berberina

La berberina,  preparato vegetale naturale, è caratterizzata da una significativa capacità di ridurre il colesterolo LDL. Ha anche effetti molto forti sul diabete e manifesta efficacia sul colesterolo con meccanismi d’azione completamente diversi da quelli delle statine.

Il probiotico BB536

Il Bifidobacterium Longum BB536 è un particolare probiotico che rende insolubile il colesterolo.

Tra le sue numerose azioni benefiche ricordiamo la riduzione dell’assorbimento intestinale del colesterolo legato ai sali biliari e il miglioramento del profilo lipidico nei pazienti con moderata ipercolesterolemia.

 Fonti:

http://www.siditalia.it/clinica/linee-guida-societari/send/80-linee-guida-documenti-societari/2604-position-statement-sid-sisa-nutraceutici-per-il-trattamento-dell-ipercolesterolemia

http://www.sisa.it/upload/GIA_2013_n4_4.pdf

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3513969/

https://menocolesterolo.it/prenditi-a-cuore/ridurre-colesterolo-gli-integratori-base-frutta-verdura/

https://menocolesterolo.it/wp-content/uploads/2017/04/nutrients-09-00091.pdf

Effect of fermented milk containing Lactobacillus acidophilus and Bifidobacterium longum on plasma lipids of women with normal or moderately elevated cholesterol

Meta-Analysis: Effects of Probiotic Supplementation on Lipid Profiles in Normal to Mildly Hypercholesterolemic Individuals

Purification and Characterization of Conjugated Bile Salt Hydrolase from Bifidobacterium longum BB536

Cholesterol-lowering probiotics as potential biotherapeutics for metabolic diseases

Effects of three strains of bifidobacteria on cholesterol

Probiotics and Prebiotics: Present Status and Future Perspectives on Metabolic Disorders

http://www.saluteuropa.org/download/speciale-colesterolo-saluteuropa_2017.pdf

Linee Guida su probiotici e prebiotici, Ministero della Salute – Revisione Maggio 2013

Efficacy and safety of a nutraceutical with probiotic and red yeast rice extract in patients with moderate hypercholesterolemia: A randomized, double-blind, placebo-controlled study

Cholestin inhibits cholesterol synthesis and secretion in hepatic cells (HepG2)

Efficacy and safety of Monascus purpureus Went rice in subjects with hyperlipidemia

Niacin: The Evidence, Clinical Use, and Future Directions