Le statine non sono farmaci adatti a tutti

Le statine non sono farmaci adatti a tutti
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Secondo le nuove linee guida, praticamente tutti dovrebbero iniziare a prendere le statine per abbassare il colesterolo, e questo dovrebbe suonare come un campanello d’allarme di un eccesso di medicalizzazione.

Il Royal College of Practitioners, che rappresenta 52.000 medici di famiglia nel Regno Unito, avverte che molte persone rifiuterebbero di prendere le statine se sapessero di tutti gli effetti collaterali. “Molti non vogliono prendere le statine una volta che hanno conosciuto tutti gli effetti, e i medici curanti rispettano la scelta del paziente”, ha dichiarato la professoressa Helen Stokes-Lampard, presidente della RCGP.

Per approfondire gli effetti collaterali delle statine leggi qui.

Secondo i nuovi punteggi di rischio rilasciati dall’Istituto Nazionale per la Salute e la Cura dell’Esperienza (Nizza) del Regno Unito, praticamente ogni uomo di oltre 60 anni e ogni donna di 75 anni è idonea a iniziare la terapia con le statine.

Infatti secondo la rassegna 11,8 milioni di persone, che è il 37% di tutti gli adulti nel Regno Unito, dovrebbe iniziare la terapia con statine.

Inoltre l’organismo sanitario ha affermato che anche alle persone senza malattia cardiovascolare (CVD) dovrebbero essere offerte le statine se si ritiene che abbiano una probabilità del 10% o superiore di sviluppare CVD entro 10 anni.

I commenti

La professoressa Helen Stokes-Lampard, presidente del Royal College of GP, ha commentato: “Le statine sono state trovate come farmaci altamente efficaci per prevenire la malattia cardiovascolare riducendo i livelli di colesterolo nei pazienti, ma i pazienti devono prendere questi farmaci solo se lo necessitano”. E aggiunge che altri fattori devono essere presi in considerazione prima di iniziare una prescrizione.

“I medici sono altamente formati per prescrivere in base alle circostanze individuali del paziente, bisogna infatti tenere conto sia dell’età, ma anche di tutti gli altri farmaci che il paziente sta assumendo e di tutti gli altri fattori fisici, psicologici o sociali che possono influenzare la loro salute.”

L’alternativa naturale alle statine

Il riso rosso fermentato rimane un’alternativa valida ed efficace spesso consigliata e utilizzata da persone che sono risultati intolleranti alle statine o che vogliono tenere sotto controllo il colesterolo in modo naturale. Per approfondire leggi qui: Monacolina K, una valida alleata contro il colesterolo“.

 

Fonte:

British Journal of General Practice, 2017.