Le statine possono causare problemi di memoria?

0
439
Le statine possono causare problemi di memoria?

 

Le statine, farmaci che vengono utilizzati per abbassare i livelli di colesterolo cattivo, possono avere effetti negativi sul cervello, soprattutto per quanto riguarda le capacità cognitive e le perdite di memoria.

Questo è ciò che è emerso dalla ricerca svolta da Linda L. Restifo, neuroscienziato dell’Università dell’Arizona ed il suo team, e pubblicata sulla rivista Disease Models & Mechanisms.

La scoperta

Durante il trattamento con le statine, sulle cellule cerebrali si sono sviluppati gonfiori insoliti, che sono stati definiti  “perle sulla collana“.

Non è ancora chiaro il motivo per il quale si formino queste perline; tuttavia i ricercatori ritengono che siano necessarie ulteriori per capire perché alcune persone sperimentano un declino cognitivo durante l’assunzione di statine.

Le considerazioni

Sono diversi i rapporti clinici in cui i medici informano i pazienti che i disturbi cognitivi subiti durante la cura a base di statine sono probabilmente causati dall’invecchiamento o da altri effetti. Tuttavia, la ricerca del team dell’UA offre ulteriori elementi di prova che la causa di questi cali cognitivi sono probabilmente dovuti ad una risposta negativa alle statine.

Il team ha anche scoperto che, rimuovendo le statine, si ottiene la scomparsa delle perline-sulla-collana, e si ripristina la normale crescita.

Nel futuro

Il team dell’UA vuole indagare il coinvolgimento della genetica nella formazione delle perline, causa di ipersensibilità ai farmaci nelle persone. Ritengono inoltre che le differenze genetiche potrebbero coinvolgere direttamente i neuroni, si tratta quindi di un primo grande passo sulla strada verso una maggiore personalizzazione di farmaci e terapie, come afferma David M. Labiner, che dirige il dipartimento di neurologia della UA. E aggiunge: “Se potessimo trovare il modo di identificare i pazienti che avranno alcuni effetti collaterali, potremmo migliorare i risultati terapeutici“.

Le conclusioni

“Se saremo in grado di fare studi genetici, l’obiettivo sarà elaborare un test predittivo che permetta di testare prima un paziente con il colesterolo alto per determinare se ha una sensibilità alle statine“, conclude la Restifo.

Fonti:

Important safety label changes to cholesterol-lowering statin drugs https://uanews.arizona.edu/story/research-reveals-possible-reason-for-cholesterol-drug-side-effects

https://www.consumerreports.org/cro/news/2012/09/can-cholesterol-lowering-statin-drugs-cause-memory-problems/index.htm