Tutto ciò che devi sapere sulle malattie cardiache

Tutto ciò che devi sapere sulle malattie cardiache
Tempo di lettura: 6 minuti

Dietro al termine malattie cardiache si nascondono tutta una serie di condizioni patologiche legate al cuore.

A differenza delle malattie cardiovascolari, che riguardano problemi tra i vasi sanguigni e il sistema circolatorio e il cuore, le malattie cardiache si riferiscono a problemi e deformità nel cuore stesso.

Secondo i Centers for Disease Control (CDC) americano, le cardiopatie sono la principale causa di morte nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Canada e in Australia. Negli USA un decesso su quattro si verifica proprio a causa di malattie cardiache.

I diversi tipi di malattie cardiache

Esistono molti tipi di malattie cardiache che colpiscono diverse parti del cuore e si presentano in modi diversi. Di seguito una breve sintesi

Cardiopatia congenita

Questo è un termine generale utilizzato per alcune deformità del cuore che sono presenti sin dalla nascita. Alcuni esempi:

  • Difetti settali: quando c’è un buco tra le due camere del cuore.
  • Difetti di ostruzione: quando il flusso di sangue attraverso varie camere del cuore è parzialmente o totalmente bloccato.
  • Cardiopatia cianotica: un difetto nel cuore che provoca una carenza di ossigeno in tutto il corpo.

Aritmia

Per aritmia si intende un battito cardiaco irregolare.

Ci sono diversi modi in cui un battito cardiaco può perdere il suo ritmo regolare. Questi includono:

  • tachicardia, quando il cuore batte troppo velocemente
  • bradicardia, quando il cuore batte troppo lentamente
  • contrazioni ventricolari premature o battiti aggiuntivi anormali
  • fibrillazione, quando il battito cardiaco è irregolare

Le aritmie si verificano quando gli impulsi elettrici nel cuore che coordinano il battito cardiaco non funzionano correttamente. Questi fanno battere il cuore in un modo che non dovrebbe, sia che sia troppo veloce, troppo lento o troppo irregolarmente.

I battiti cardiaci irregolari sono comuni e tutte le persone li provano. Si sentono come un cuore battito o agitato. Tuttavia, quando cambiano troppo o si verificano a causa di un cuore danneggiato o debole, devono essere presi più seriamente e trattati.

Le aritmie possono diventare fatali.

Disfunzione dell’arteria coronarica

Le arterie coronarie alimentano il muscolo cardiaco con sostanze nutritive e ossigeno facendo circolare il sangue.

Le arterie coronarie possono diventare malate o danneggiate, di solito a causa di depositi di placca aterosclerotica che contiene colesterolo. L’accumulo di placche restringe le arterie coronarie e questo comporta la riduzione dell’afflusso di ossigeno e sostanze nutritive al cuore.

LEGGI QUI COME PREVENIRE IL COLESTEROLO ALTO (link a monografico colesterolo)

Cardiomiopatia dilatativa

Si parla di cardiomiopatia dilatativa quando le camere cardiache si dilatano a causa della debolezza del muscolo cardiaco e non riescono a pompare correttamente il sangue. La ragione più comune è che non arriva abbastanza ossigeno al muscolo cardiaco, spesso a causa di malattia coronarica. Generalmente questa condizione colpisce il ventricolo sinistro.

Infarto miocardico

Anche noto come infarto, infarto cardiaco e trombosi coronarica. Avviene quando un flusso sanguigno interrotto danneggia o distrugge una parte del muscolo cardiaco. Di solito è causato da un coagulo di sangue che si sviluppa in una delle arterie coronarie e può verificarsi anche se un’arteria si restringe improvvisamente o si contrae.

Insufficienza cardiaca

Conosciuto anche come insufficienza cardiaca congestizia, l’insufficienza cardiaca si verifica quando il cuore non pompa efficacemente il sangue intorno al corpo.

Possono essere interessati sia il lato sinistro che il lato destro del cuore ma raramente sono interessati contemporaneamente entrambi i lati. La malattia coronarica o ipertensione arteriosa può, col tempo, lasciare il cuore troppo rigido o troppo debole per riuscire a riempire e pompare correttamente il sangue.

Cardiomiopatia ipertrofica

Questa è una malattia genetica in cui il muro del ventricolo sinistro si ispessisce, rendendo più difficile la fuoriuscita del sangue dal cuore. Questa è la principale causa di morte improvvisa negli atleti. Un genitore con cardiomiopatia ipertrofica ha una probabilità del 50% di trasmettere il disturbo ai propri figli.

Insufficienza mitralica

Conosciuto anche come rigurgito della valvola mitrale o incompetenza mitralica, si verifica quando la valvola mitrale nel cuore non si chiude abbastanza strettamente. Ciò consente al sangue di tornare nel cuore quando invece dovrebbe scorrere via. Di conseguenza, il sangue non può muoversi efficientemente attraverso il cuore o il corpo.

Le persone con questo tipo di condizioni cardiache spesso si sentono stanche e senza fiato.

Prolasso della valvola mitrale

E’ una condizione nella quale la valvola tra l’atrio sinistro e il ventricolo sinistro non si chiude completamente, si gonfia verso l’alto o torna nell’atrio. Nella maggior parte delle persone è una condizione non pericolosa per la vita e non è richiesto alcun trattamento. Alcune persone, specialmente se la condizione è contrassegnata da rigurgito mitralico, possono però richiedere un trattamento.

Stenosi polmonare

Si parla di stenosi polmonare quando diventa difficile per il cuore pompare sangue dal ventricolo destro nell’arteria polmonare perché la valvola polmonare è troppo stretta. Il ventricolo destro deve lavorare di più per superare l’ostruzione. Un bambino con una grave stenosi può diventare blu. I bambini più grandi generalmente non hanno sintomi.

Il trattamento è necessario se la pressione nel ventricolo destro è troppo alta e può essere eseguita una valvuloplastica con palloncino o un intervento chirurgico a cuore aperto per eliminare l’ostruzione.

Sintomi

I sintomi della cardiopatia dipendono da quale condizione colpisce un individuo.

Tuttavia i sintomi più comuni includono dolore al petto, dispnea e palpitazioni cardiache. Il dolore toracico è comune a molti tipi di malattie cardiache ed è noto come angina o angina pectoris e si verifica quando una parte del cuore non riceve abbastanza ossigeno.

L’angina può essere innescata da eventi stressanti o sforzi fisici e normalmente dura meno di 10 minuti.

Gli attacchi di cuore possono anche verificarsi a causa di diversi tipi di malattie cardiache. I segni di un infarto sono simili all’angina, tranne che possono verificarsi durante il riposo e tendono ad essere più gravi.

I sintomi di un attacco cardiaco a volte possono assomigliare a indigestione. Possono verificarsi bruciore di stomaco e mal di stomaco, oltre a una sensazione di pesantezza al petto.

Altri sintomi di un attacco di cuore includono:

  • dolore che viaggia attraverso il corpo, ad esempio dal torace alle braccia, al collo, alla schiena, all’addome o alla mascella
  • vertigini e sensazioni di vertigini
  • sudorazione profusa
  • nausea e vomito

L’insufficienza cardiaca è anche un risultato di una malattia cardiaca e l’affanno può verificarsi quando il cuore diventa troppo debole per far circolare il sangue.

Alcune condizioni cardiache si verificano senza alcun sintomo, specialmente negli anziani e negli individui con diabete.

Il termine “cardiopatia congenita” copre una serie di condizioni, ma i sintomi generali includono:

  • sudorazione
  • alti livelli di fatica
  • battito cardiaco accelerato e respiro
  • affanno
  • dolore al petto
  • una tinta blu sulla pelle
  • unghie randellate

Nei casi più gravi, i sintomi possono manifestarsi sin dalla nascita. Tuttavia, questi sintomi potrebbero non svilupparsi fino a quando una persona ha più di 13 anni.

Le cause

Le cardiopatie sono causate da danni a tutto o parte del cuore, danni alle arterie coronarie o un cattivo apporto di sostanze nutritive e ossigeno all’organo.

Alcuni tipi di cardiopatie, come la cardiomiopatia ipertrofica, sono genetici. Questi, insieme ai difetti cardiaci congeniti, possono verificarsi prima che una persona nasca.

Ci sono alcuni stili di vita che possono aumentare il rischio di malattie cardiache. Questi includono:

  • ipertensione e colesterolo alto
  • fumo
  • sovrappeso e obesità
  • diabete
  • storia familiare
  • una dieta di cibo spazzatura
  • età
  • una storia di preeclampsia durante la gravidanza
  • stare in una posizione statica per lunghi periodi di tempo, come stare seduti al lavoro

Avere qualcuno di questi fattori di rischio aumenta notevolmente il rischio di malattie cardiache. Alcuni, come l’età, sono inevitabili. Ad esempio, una volta che una donna raggiunge i 55 anni, le malattie cardiache diventano più probabili.

LEGGI QUI COME PREVENIRE IL COLESTEROLO ALTO (link a monografico colesterolo)

Trattamento

Ci sono due linee principali di trattamento per le malattie cardiache. Inizialmente, una persona può tentare di trattare le condizioni del cuore utilizzando farmaci. Se questi non hanno l’effetto desiderato, sono disponibili opzioni chirurgiche per correggere il problema.

Trattamento farmacologico

Una vasta gamma di farmaci è disponibile per la maggior parte delle condizioni cardiache. Molti sono prescritti per prevenire i coaguli di sangue, ma alcuni servono per altri scopi.

I principali farmaci in uso sono:

  • statine, per abbassare il colesterolo
  • aspirina, clopidogrel e warfarin, per prevenire coaguli di sangue
  • beta-bloccanti, per il trattamento di infarto, insufficienza cardiaca e ipertensione
  • inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE), per insufficienza cardiaca e ipertensione

Il medico lavorerà con il paziente per trovare un farmaco che sia sicuro ed efficace. Spesso utilizzerà anche farmaci per trattare le condizioni predisponentiche possono influenzare il cuore, come il diabete, prima che diventino problematici.

Trattamento chirurgico

La chirurgia cardiaca è un’opzione intensiva da cui può richiedere molto tempo per recuperare.

Tuttavia, possono essere efficaci nel trattamento di blocchi e problemi cardiaci per i quali i farmaci potrebbero non essere efficaci, specialmente negli stadi avanzati della cardiopatia.

Gli interventi più comuni includono:

  • angioplastica, in cui viene inserito un catetere a palloncino per allargare i vasi sanguigni ristretti che potrebbero limitare il flusso di sangue al cuore
  • intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie, che consente al flusso di sangue di raggiungere una parte bloccata del cuore nelle persone con arterie bloccate
  • intervento chirurgico per riparare o sostituire valvole cardiache difettose
  • pacemaker o macchine elettroniche che regolano un battito cardiaco per le persone con aritmia
  • I trapianti di cuore sono un’altra opzione. Tuttavia, è spesso difficile trovare un cuore adatto delle giuste dimensioni e del tipo di sangue nel tempo richiesto. Le persone vengono messe in lista d’attesa per gli organi dei donatori e talvolta possono aspettare anni.

Prevenzione

Alcuni tipi di malattie cardiache, come quelle che sono presenti dalla nascita, non possono essere prevenute.

Altri tipi, tuttavia, possono essere prevenuti adottando le seguenti misure:

  • Seguire una dieta equilibrata. Attenersi ai cibi poveri di grassi e ricchi di fibre e assicurarsi di consumare cinque porzioni di frutta e verdura fresca ogni giorno. Aumentare l’assunzione di cereali integrali e ridurre la quantità di sale e zucchero nella dieta. Assicurarsi che i grassi nella dieta siano per lo più insaturi.
  • Fare esercizio regolarmente. Ciò rafforzerà il cuore e il sistema circolatorio, ridurrà il colesterolo e manterrà la pressione sanguigna.
  • Mantenere un peso corporeo sano per la propria altezza
  • Se si è fumatori, uscire. Il fumo è un importante fattore di rischio per il cuore e le condizioni cardiovascolari.
  • Ridurre l’assunzione di alcol.
  • Tenere sotto controllo condizioni quali l’ipertensione e il diabete che se si aggravano possono influenzare la salute del cuore.

Sebbene tutti questi accorgimenti non eliminano completamente il rischio di malattie cardiache, possono comunque aiutare a migliorare la salute generale e ridurre notevolmente le possibilità di complicanze cardiache.

LEGGI QUI COME PREVENIRE IL COLESTEROLO ALTO (link a monografico colesterolo)

Fonti:

https://www.cdc.gov/heartdisease/facts.htm

https://www.health.harvard.edu/heart-health/hypertrophic-cardiomyopathy-who-has-an-inherited-risk

https://www.nhlbi.nih.gov/health/educational/lose_wt/BMI/bmicalc.htm

https://www.cdc.gov/dhdsp/data_statistics/fact_sheets/fs_heart_disease.htm